Come si Calcola il Codice Fiscale e a che Serve

Autore:

Alessandra Caraffa

Data:

22 Febbraio 2021

Come si Calcola il Codice Fiscale e a che Serve

Come trovare un codice fiscale ed eseguire il calcolo inverso

Il codice fiscale è un codice alfanumerico composto di 16 caratteri, che viene attribuito alla nascita ad ogni cittadino italiano - a fini fiscali ed amministrativi - da parte dell’Agenzia delle Entrate. 

Il codice fiscale riguarda anche le associazioni non riconosciute ed i contribuenti che non coincidono con persone fisiche, come le aziende, il cui codice fiscale coincide con la partita iva.

Ai cittadini stranieri che si trasferiscono in Italia in pianta stabile, il codice fiscale viene rilasciato unitamente ai documenti di soggiorno allo sportello della Questura competente.

Com’è composto e come si calcola il codice fiscale manualmente

Il codice fiscale è stato introdotto in Italia nel 1973, e fu per le dichiarazioni dei redditi del 1976 che per la prima volta venne richiesto l’uso del codice fiscale ai cittadini italiani. Da allora, salvo qualche lieve modifica nella carta fisica che viene distribuita dall’Agenzia delle Entrate, il codice fiscale è rimasto esattamente com’era.

Come si compone, e come si trova il codice fiscale dunque? I 16 caratteri da cui è formato un codice fiscale sono così individuati:

  • 3 lettere ad indicare il cognome del soggetto: generalmente la prima, la seconda e la terza consonante; in mancanza di consonanti, si aggiungono le vocali del cognome;
  • 3 lettere per il nome proprio: seguono la prima, la terza e la quarta consonante del nome proprio, e come per il cognome si procede con le vocali in assenza di consonanti;
  • 2 cifre per l’anno di nascita;
  • 1 carattere alfabetico per il mese di nascita: secondo la tabella ministeriale, A indica il mese di Gennaio, B Febbraio, C Marzo, e così via fino alla T (Dicembre);
  • 2 cifre che indicano il giorno di nascita ed il sesso: il giorno di nascita è riportato così com’è per il codice fiscale di un uomo, mentre per le donne va aggiunta la cifra di 40. In una coppia di gemelli nati il 7 Novembre, per esempio, il maschio avrà S07, mentre la femmina S47;
  • 4 caratteri alfanumerici per il Comune, o lo Stato estero, di nascita: tale codice alfanumerico dipende dai Codici dei Comuni;
  • 1 lettera che funge da carattere di controllo del codice fiscale.

Il carattere di controllo è l’ultima lettera del codice fiscale, e serve a verificare la correttezza del codice che lo precede. È possibile calcolare manualmente anche quest’ultima sezione del codice fiscale. 

Vanno divisi i caratteri pari da quelli dispari: la prima, la terza, la quinta lettera del codice fiscale da un lato; la seconda, la quarta, la sesta e così via dall’altro. Una volta divisi, i singoli caratteri vanno convertiti in valori numerici secondo delle tabelle facilmente consultabili online. 

Le cifre ottenute vanno dunque sommate e poi divise per 26. Il resto ottenuto andrà nuovamente confrontato con una tabella pubblica, in grado di associare il carattere di controllo del codice fiscale che stiamo tentando di calcolare.

La buona notizia è che non c’è alcun bisogno di eseguire questo calcolo per il controllo del codice fiscale: Ufficio Camerale ha realizzato un tool gratuito che ti permette di generare il codice fiscale in pochi secondi: scopri di più.

Come leggere il codice fiscale: il calcolo del codice fiscale all’inverso

Come abbiamo visto, il codice fiscale contiene praticamente tutti i dati anagrafici di una persona. Dal codice fiscale possiamo dunque risalire a molti dati, con un diverso grado di precisione. Ma come estrai i dati da un codice fiscale?

Partendo dalle prime sezioni del codice fiscale, va rilevato che è piuttosto difficile risalire con certezza a cognome e nome della persona in questione. 

In breve, possiamo estrarre con buona approssimazione i cognomi e nomi più comuni, ma senza alcuna sicurezza di aver ottenuto quelli giusti: per esempio un RSSNTN potrebbe indicare Rossi Antonio tanto quanto Ressa Antonia, Rosso Antonietta etc. Estrarre il nome dal codice fiscale non è dunque una prassi troppo comune.

Diverso è il discorso per quanto riguarda la data di nascita, il sesso e il comune di nascita, che si possono derivare con certezza dal codice. 

Dopo cognome e nome, troviamo le due cifre che indicano la data di nascita. Come conoscere la data di nascita dal codice fiscale dunque? Di RSSNTN80M non conosciamo il nome, ma di certo si tratta di una persona nata nell’Agosto (M) del 1980 (80). 

La data di nascita ed il sesso della persona sono individuabili nelle due cifre che seguono. RSSNTN80M15 è il codice fiscale di un uomo nato il 15 Agosto del 1980. M rappresenta, secondo la tabella dei mesi nel codice fiscale, il mese di Agosto. Ma la stessa data di nascita, se appartenente ad una donna, sarebbe risultata come 80M55.

Per quanto riguarda il Comune di nascita, è possibile consultare le tabelle che attribuiscono ad ogni comune italiano, e ad ogni stato estero, un codice alfanumerico di 4 caratteri. È bene sapere che il codice alfanumerico che indica il luogo di nascita rispecchia la situazione geopolitica internazionale. 

Se per esempio RSSNTN fosse nato - o nata - in Estonia, il suo codice fiscale riporterebbe il codice dell’Unione Sovietica e non sarebbe soggetto ad alcun aggiornamento, congelando così la situazione internazionale per come si presentava al momento della nascita.

 

Vuoi calcolare il Codice Fiscale

gratuitamente e in pochi secondi?

Scopri come fare su

UFFICIO CAMERALE!

CLICCA QUI PER OTTENERE IL CODICE FISCALE


Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Preferenzecookies