Acquista con Borsellino

Acquisti Grandi Quantità di prodotti come le Firme Digitali, le Marche Temporali o le Visure? Registrati ed accedi al listino con prezzi scontati!

REGISTRATI
PayPal e Carte Credito Accettate
Le vostre Recensioni
CERTIFICATO DI ISCRIZIONE

perfetti e velocissimi!


CERTIFICATO DI ISCRIZIONE CON VIGENZA

Il servizio é serio e veloce.Mi ritengo soddisfatto dell`acquisto.


Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla Newsletter, riceverai promozioni ed aggiornamenti su Ufficio Camerale.

Note sulla privacy

News di Ufficio Camerale

Marche temporali: cosa sono e a cosa servono

Marche temporali: cosa sono e a cosa servono

di Shaun De Lucia

Cosa sono le marche temporali? Qual è la loro funzione? Perché possono essere molto utili?
In questo articolo vedremo in concreto cosa si intende con marcatura temporale e per cosa viene utilizzata.

Cosa sono le marche temporali

La marca temporale, detta anche validazione temporale elettronica, è un servizio che dà la possibilità di associare una data e un'ora precise e soprattutto valide dal punto di vista legale a documenti in formato elettronico di varia natura.
La validazione temporale è opponibile a terzi, cioè l’atto è valido anche nei confronti di terzi e non solo delle parti.

Tecnicamente, la marcatura temporale serve a creare un’impronta digitale “hash”. Con hash intendiamo un algoritmo che attribuisce al nostro documento informatico un riferimento temporale univoco.

Tutte le marche temporali che vengono emesse devono essere conservate in specifici registri per almeno 20 anni. Tale disposizione è sancita dall’articolo 49 del DPCM del 30 marzo 2009.

Riferimenti normativi e funzionamento delle marche digitali

La normativa di riferimento per le marche temporali è il Codice dell'Amministrazione Digitale. Di cosa si tratta?

Il Codice dell’Amministrazione Digitale è stato istituito il 7 marzo del 2005 con il decreto legislativo n.82.

All’articolo 1 Comma 1 del codice si definisce la marcatura temporale come: “il risultato della procedura informatica con cui si attribuiscono, ad uno o più documenti informatici, una data ed un orario opponibili ai terzi”.

Come funziona la marca temporale?

Semplice: quando un utente, grazie a un software apposito, avvia il processo di apposizione della marca temporale su un documento digitale, una richiesta viene spedita a un certificatore (che dev’essere un ente accreditato) che, a sua volta, verifica e certifica la correttezza della richiesta delle informazioni. Così, si stabilisce la validità della marcatura temporale e si garantisce la sua sicurezza.

La marcatura temporale può essere utilizzata anche sui file senza firma digitale; anche in questo caso, mantiene comunque una collocazione temporale legalmente valida su vari tipi di documenti (un esempio recente su tutti: le fatture elettroniche)

Qualora invece nel documento sia stata apposta una firma digitale, le marche temporali assolvono alla funzione di attestare l’ora e la data in cui quel documento è stato creato oppure trasmesso.

In questo modo, la marca temporale consente alla firma digitale di essere sempre valida, anche nei casi in cui il relativo certificato è scaduto o sospeso.

La marcatura temporale deve essere generata da parte di enti o certificatori accreditati, cioè enti o aziende che forniscono dei servizi di certificazioni come firma digitale, applicazioni per le PA etc, secondo la direttiva europea 1999/93 CE, PCM 22 febbraio 2013 e il CAD.

Quando utilizzare le marche temporali?

È presto detto: la marcatura digitale è utile in tutti quei casi in cui è indispensabile avere una data certa e giuridicamente valida, per esempio richieste di dimissioni, richieste di credito e finanziamenti a lungo termine, documenti di valutazione rischi, richiesta di anticipi su fornitori o esportazione.

I vantaggi legati alla validazione temporale dei documenti riguardano soprattutto la semplicità e la sicurezza e il risparmio in termini di costi e tempi; inoltre la marcatura digitale ha una maggiore trasparenza rispetto al cartaceo.

Il servizio di marcatura temporale può essere utilizzato per qualsiasi tipo di file, anche non firmato digitalmente (come già detto).

Acquisto marche temporali: come si fa

Detta della semplicità e della sicurezza garantite dalle marche temporali, come si fa ad acquistarle?
La procedura è piuttosto semplice.

È possibile infatti acquistare le marche temporali, in lotto, online. I costi variano a seconda del certificatore, ma bisogna essere certi che il certificatore sia accreditato, altrimenti si rischia di invalidare il documento digitale. Le spese, comunque, sono relativamente basse.

Dunque, abbiamo visto cos’è una marca temporale, qual è la sua funzione e quali sono i vantaggi legati al suo utilizzo.
Se hai bisogno di marche temporali per validare i tuoi documenti, sul nostro sito puoi acquistare pacchetti di marche temporali di vari enti certificatori: i prezzi variano a seconda del numero di marche e del pacchetto.

Condividi su

Soluzioni per i professionisti

Commercialisti e Tributaristi

Scopri le soluzioni studiate per il mondo dei Tributari e Commercialisti.

Approfondisci

Avvocati e Notai

Strumenti innovativi per migliorare il lavoro dei Notai de degli Avvocati.

Approfondisci

Ingegneri e Architetti

Soluzioni per velocizzare i processi del lavoro di Architetti e Ingegneri.

Approfondisci

Liberi professionisti e Partite IVA

Aumenta il business con nuovi prodotti tecnologici necessari per il lavoro.

Approfondisci

Diventa PartnerDiventa Partner di Ufficio Camerale

Diventa partner di Ufficio Camerale ed aumenta il tuo faturato, affiliazione semplice e immediata, prezzi vantaggiosissimi su una piattaforma unica, assistenza telefonica in caso di difficoltà, un partner di ricerca e sviluppo sulle nuove tecnologie, la fornitura continua di materiale commerciale di supporto.

Approfondisci