Acquista con Borsellino

Acquisti Grandi Quantità di prodotti come le Firme Digitali, le Marche Temporali o le Visure? Registrati ed accedi al listino con prezzi scontati!

REGISTRATI
PayPal e Carte Credito Accettate
Le vostre Recensioni
CERTIFICATO DI ISCRIZIONE

Complimenti!


VISURA CAMERALE ORDINARIA - SOCIETÀ DI PERSONE

Ottimo servizio, affidabile e veloce


Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla Newsletter, riceverai promozioni ed aggiornamenti su Ufficio Camerale.

Note sulla privacy

News di Ufficio Camerale

Firma digitale: Cos'è, a Cosa Serve e Kit

Firma digitale: Cos'è, a Cosa Serve e Kit

di Shaun De Lucia

La firma digitale è un modo sicuro e legalmente riconosciuto per firmare digitalmente e validare documenti elettronici importanti.  

In questa breve ma esaustiva guida cercheremo di fare un po’ di chiarezza spiegando cos’è e a cosa serve la firma digitale, come richiedere e verificare la firma digitale, quali sono i costi e cosa s’intende per kit per la firma digitale.

Cos’è la firma digitale e come funziona

Partiamo dal concetto di base della firma digitale, ossia che equivale, digitalmente, alla firma autografa e serve a rendere validi i documenti inviati via mail.
La firma digitale, tuttavia, è molto di più di una “semplice” firma elettronica: è un sistema basato su due chiavi crittografiche, asimmetriche, una pubblica e una privata, che consente di verificare l’integrità e la provenienza di un documento.

Ma come funziona, in concreto, la firma digitale?

Come già accennato, la firma digitale funziona con un meccanismo crittografico basato su una doppia chiave. La chiave privata serve a crittografare il documento, la chiave pubblica a decriptarlo.

Un ente certificatore riconosciuto assegna una chiave digitale al richiedente (che diventa il titolare), che lo identifica in modo univoco; allo stesso tempo, viene generata la già citata chiave pubblica.
La chiave privata viene installata in un ambiente sicuro e può essere utilizzata attraverso l’inserimento del pin, noto solo al titolare. A questo va aggiunta la funzione hash, ossia l’impronta digitale del documento, diversa per ogni atto.

Inviato il file (che può essere di qualsiasi formato) nell’ambiente sicuro, dove è presente la chiave privata, il dispositivo di firma autentica e cifra il documento, che verrà generato poi con un’estensione compatibile (PDF o P7M).

Così, viene posto il certificato di firma digitale. Al documento può essere aggiunto un timestamp, che certifica l’ora in cui è stata apposta la firma (oltre a un’altra password per l’accesso). A questo punto, il documento è pronto per essere inviato.

Firma digitale: a cosa serve

La firma digitale ha diversi impieghi.
Intanto, è indispensabile per le fatture elettroniche, novità introdotta quest’anno per aziende e liberi professionisti, ma non solo: la firma digitale serve per inviare bilanci aziendali, comunicazioni all’Agenzia delle Entrate, domande di partecipazioni ad appalti e gare pubbliche, contratti tra privati, procedimenti giudiziari telematici e atti amministrativi della PA.

Entrando nello specifico, la firma digitale serve a garantire l’autenticità di un documento (e la responsabilità, ineludibile, di chi lo firma), la sua integrità, che garantisce la non alterazione del documento nel passaggio tra due soggetti, la sua validità legale e la non ripudiabilità della firma apposta. La normativa di riferimento è contenuta nel Codice dell’Amministrazione Digitale, d. Lgs 7 marzo 2005, n. 82.

Come verificare un file firmato digitalmente?

Per verificare un file firmato in modo digitale, il destinatario del documento dovrà utilizzare un software in grado di estrarre la chiave pubblica (una delle due chiavi della firma digitale) dal certificato del titolare.

Controfirmato il documento, il destinatario allora sarà in grado di decriptare la firma del titolare e verificare se l’impronta (hash) del mittente e quella del destinatario (ricalcolata ad hoc) sono identiche.
Se l’esito è positivo, la firma viene ritenuta valida.

Sul mercato ci sono diversi software in grado di verificare un file firmato digitalmente. Uno di questi è Dike, di InfoCert, che raccoglie tutte le funzioni di firma, marcatura temporale e verifica, sia per i file in PDF (firma PAdES) e in P7M (CAdES). Il software è disponibile per Windows, Linux e Mac OS.

Un software semplice ma completo, dunque, è indispensabile per verificare un documento firmato digitalmente.

Come richiedere la firma digitale online: tempi e costi

La richiesta della firma digitale va fatta a uno dei soggetti certificatori riconosciuti, che propongono dei kit firma digitale dai costi variabili (solitamente dai 30 ai 70 euro circa).

Sul nostro sito puoi trovare diverse soluzioni, di diversi enti certificatori, per avere la tua firma digitale, sia con dispositivi annessi (smart card o token USB) oppure tramite OTP (acronimo di One Time Password). La spedizione dei dispositivi avviene velocemente, di solito entro 24 ore dall’arrivo della documentazione necessaria.  La validità della firma digitale è di tre anni.

Acquistata la firma digitale, ricordiamo che è necessario essere identificati da un pubblico ufficiale: in comune, a casa, presso un ufficio postale.

Kit firma digitale: lettore smart o token USB?

Come già accennato, molti enti certificatori forniscono, a prezzi più o meno alti, dei kit di firma digitale pronti per l’utilizzo, per semplificare la vita agli utenti.

Tra le varie opzioni, troviamo la smart card e il relativo lettore di smart card; si tratta di una tessera elettronica da inserire nel lettore per apporre la firma digitale.

Altra opzione è il token USB (“Business key”), una chiavetta USB da collegare al pc dotata di una sim al cui interno c’è il software di firma.

Esiste poi la possibilità di avere la firma digitale remota, che permette di non usare i dispositivi fisici per firmare digitalmente un documento, ma di sfruttare una app e l’OTP per apporre la firma.

Quando rinnovare la firma digitale?

La firma digitale, come già detto, ha validità tre anni; il suo rinnovo può avvenire a partire dai 90 giorni precedenti e fino al giorno prima della scadenza.

Dunque, abbiamo visto cos’è e come funziona la firma digitale. Se hai bisogno di un kit per la firma digitale, scegli uno dei nostri prodotti: potrai fare la tua scelta tra diverse soluzioni di alcuni tra i principali soggetti certificatori italiani e trovare il kit che fa per te.

Condividi su

Soluzioni per i professionisti

Commercialisti e Tributaristi

Scopri le soluzioni studiate per il mondo dei Tributari e Commercialisti.

Approfondisci

Avvocati e Notai

Strumenti innovativi per migliorare il lavoro dei Notai de degli Avvocati.

Approfondisci

Ingegneri e Architetti

Soluzioni per velocizzare i processi del lavoro di Architetti e Ingegneri.

Approfondisci

Liberi professionisti e Partite IVA

Aumenta il business con nuovi prodotti tecnologici necessari per il lavoro.

Approfondisci

Diventa PartnerDiventa Partner di Ufficio Camerale

Diventa partner di Ufficio Camerale ed aumenta il tuo faturato, affiliazione semplice e immediata, prezzi vantaggiosissimi su una piattaforma unica, assistenza telefonica in caso di difficoltà, un partner di ricerca e sviluppo sulle nuove tecnologie, la fornitura continua di materiale commerciale di supporto.

Approfondisci